Lavorare da remoto in Regione Veneto

REQUISITI DI BASE PER LAVORARE DA REMOTO:

  1. DISPONIBILITÀ DI ACCESSO ALLA RETE INTERNET
  2. UNO STRUMENTO DIGITALE CONNESSO ALLA RETE (di proprietà regionale o personale)
  3. ACCESSO AL DESKTOP REMOTO VIRTUALE IN CLOUD (PROCEDURA CONSIGLIATA)
  4. EVENTUALE ACCESSO VPN SOLO PER ALCUNE PARTICOLARI RISORSE REGIONALI
  5. UNO O PIÙ SERVIZI DI PRODUZIONE E COLLABORAZIONE

1. DISPONIBILITÀ DI ACCESSO ALLA RETE INTERNET

È data facoltà, ai dipendenti della Giunta regionale del Veneto, di utilizzare qualsiasi accesso disponibile alla rete internet fornito da operatori privati (Wi-fi di casa, Wi-fi di luogo pubblico, presso altra Amministrazione Pubblica, ecc.).

Per i possessori di telefono mobile regionale e/o di chiavetta dati (USB) regionale, idonei per l'accesso alla rete internet, sarà possibile utilizzare detti strumenti nei limiti del traffico dati consentito con la funzione di hotspot mobile via tethering (a fine pagina trovate una guida in merito).

Tramite l'accesso alla rete internet, oltre alle normali funzioni informative per il reperimento di notizie e documenti, sarà possibile accedere ad alcuni servizi di Regione Veneto già esposti sul web pubblico, con il solo utilizzo di un browser web come Chrome, Mozilla, Safari, ecc.

N.B. NON TUTTI I SERVIZI DI REGIONE VENETO SONO ESPOSTI DIRETTAMENTE SUL WEB E ACCESSIBILI PUBBLICAMENTE DIGITANDO UN LINK NEL BROWSER!

Tra li più comuni, figurano:

Laddove i servizi o le applicazioni per lo svolgimento del lavoro quotidiano non siano disponibili sul web pubblico con un loro indirizzo specifico da digitare sul browser, è necessario utilizzare la soluzione DESKTOP REMOTO VIRTUALE IN CLOUD (punto 3)

2. UNO STRUMENTO DIGITALE CONNESSO ALLA RETE

Per i dipendenti della Giunta regionale del Veneto, sarà possibile utilizzare qualsiasi strumento digitale in grado di accedere alla rete internet e dotato delle applicazioni minime per la fruizione di contenuti, la produzione di contenuti e/o la collaborazione con applicativi e servizi:

A titolo di esempio:

  • Computer casalingo dotato di navigatore web, fornito di apposito antivirus aggiornato ed eventualmente (ma non necessario se si utilizza la GSuite offerta da Regione Veneto), di applicativi di Office Automation come, ad esempio, la suite di Microsoft Office o la Suite Libre Office (gratuita): https://it.libreoffice.org/;
  • Computer portatile assegnato dalla Giunta regionale già provvisto di applicativi preinstallati (se si necessita di accesso VPN passare al punto 4);
  • Tablet o Smartphone dotati di navigatore internet (browser web) e/o, come nel caso del computer, dotati di applicativi di Office Automation.

Vista la situazione determinatasi con la crisi causata dal Covid-19 (Coronavirus) e l'applicazione delle direttive e circolari ministeriali e regionali, non è comunque immaginabile nell'immediato dotare tutti i dipendenti di apparecchiature mobili (computer, tablet o telefoni) che aumenterebbero la domanda oltre le previsioni di approvvigionamento già effettuate, per cui si consiglia caldamente, durante il periodo di crisi, di utilizzare strumenti personali, secondo il modello BYOD:

'Bring your own device (BYOD) - chiamato anche bring your own technology (BYOT), bring your own phone (BYOP), e bring your own PC (BYOPC), in italiano: porta il tuo dispositivo, porta la tua tecnologia, porta il tuo telefono e porta il tuo pc - è un'espressione usata per riferirsi alle politiche aziendali che permettono di portare i propri dispositivi personali nel posto di lavoro, e usarli per avere gli accessi privilegiati alle informazioni aziendali e alle loro applicazioni.

3. ACCESSO AL DESKTOP VIRTUALE REMOTO, IN CLOUD, DI REGIONE VENETO

E' possibile accedere alle applicazioni regionali che non sono raggiungibili con un indirizzo web pubblico (url via browser), attraverso il servizio: DESKTOP REMOTO VIRTUALE DI REGIONE VENETO

Il servizio, nella versione base e più immediata, è fruibile via browser Google Chrome. Nella versione più avanzata richiede invece l'installazione di un componente (applicazione separata dal browser) sul proprio computer regionale o personale.

Ricordiamo inoltre che è già disponibile, una guida su questo nuovo servizio e che la stessa verrà aggiornata continuamente.

CLICCARE SULL'IMMAGINE PER LEGGERE LA GUIDA!

Per aiutare la comprensione di questa modalità di collegamento si richiama la seguente definizione:

'In informatica il desktop remoto è un'implementazione del servizio di accesso remoto tramite interfaccia grafica. Esso indica la capacità di un certo sistema di elaborazione di aprire una sessione utente di tipo grafico o comunque interattivo su un computer remoto, collegato in rete, attraverso una connessione remota, utilizzando le risorse di input/output del computer locale.

La sessione remota è assolutamente indistinguibile da una sessione locale: l'utente ha il pieno controllo dell'interfaccia grafica e dell'ambiente operativo (relativamente ai suoi privilegi di utente come definiti sulla macchina remota) e gli strumenti di input/output locali (schermo, tastiera, dispositivi di puntamento, stampanti) funzionano come se fossero collegati direttamente al computer remoto. (tratto da Wikipedia)'

E' importante sottolineare che il DESKTOP REMOTO VIRTUALE DI REGIONE VENETO non virtualizza il computer che di solito utilizziamo sulla scrivania, ma si tratta invece di un vero clone (uguale per tutti gli utenti) con all'interno le funzionalità tipiche dell'ambiente applicativo regionale.

4. EVENTUALE ACCESSO TRAMITE VPN SOLO PER ALCUNE PARTICOLARI RISORSE REGIONALI

Nel caso di attività lavorative particolari che richiedano l’utilizzo di servizi o risorse informatiche della Giunta Regionale non raggiungibili via DESKTOP REMOTO VIRTUALE DI REGIONE VENETO, è possibile utilizzare l'accesso via VPN (Virtual Private Network).

Per aiutare la comprensione di questa modalità di collegamento si richiama la seguente definizione:

'Una rete virtuale privata (tradotto dall'inglese in lingua italiana letteralmente: Virtual Private Network, acronimo: VPN), è una rete di telecomunicazioni privata, instaurata come connessione tra soggetti che utilizzano, come tecnologia di trasporto, un protocollo di trasmissione pubblico e condiviso, come ad esempio ll protocollo di Internet. Lo scopo delle reti VPN è quello di offrire alle aziende, a un costo minore, le stesse possibilità delle linee private a noleggio, ma sfruttando reti condivise pubbliche: si può vedere dunque una VPN come l'estensione a livello geografico di una rete locale privata aziendale sicura che colleghi tra loro siti interni all'azienda stessa variamente dislocati su un ampio territorio, sfruttando l'instradamento tramite IP per il trasporto su scala geografica e realizzando di fatto una rete LAN, detta appunto virtuale e privata.'

Si tratta di un accesso privilegiato (riservato ai soli dipendenti della Giunta regionale) e gestito dalla Direzione Ict e Agenda Digitale, per consentire l'accesso alla rete interna regionale a persone e strumenti fiduciati e preventivamente autorizzati.

Allo stato attuale, pur disponendo di un adeguato numero di accessi disponibili (la limitazione tecnica è di 512 accessi contemporanei), si suggerisce di richiedere l’abilitazione all’accesso VPN solo nei casi di stretta necessità ed urgenza al fine di non penalizzare le attività applicative più critiche e più utilizzate, come il DESKTOP REMOTO VIRTUALE DI REGIONE VENETO, che va sempre privilegiato come soluzione per operare sulle applicazioni messe a disposizione da Regione Veneto nella rete interna dell'Ente.

Detto ciò, il software per accedere alla VPN potrà essere installato a cura della Direzione ICT e Agenda Digitale solo sui dispositivi di proprietà regionale regolarmente inventariati, mentre sarà onere del dipendente installare il software (client) sul dispositivo personale non di proprietà regionale.

Il software client per le diverse tipologie di sistemi operativi è comunque già scaricabile (con l'account di email regionale) dal seguente indirizzo web: https://www.forticlient.com/downloads

E’ inoltre possibile consultare la manualistica del software client “Forticlient” (con l'account di email regionale) al seguente indirizzo web: https://drive.google.com/file/d/1DMIzlOUE7_5lGZr5jLF2sxRsg8Tl_bSx/

5. STRUMENTI DI PRODUZIONE E COLLABORAZIONE ACCESSIBILI DA OGNI LUOGO

E' caldamente consigliato l'utilizzo della GSuite, acquisita da Regione Veneto come servizio in abbonamento. Si tratta di una tipica soluzione di Cloud Computing che sfrutta le potenzialità del web e di un fornitore mondiale per offrire servizi personalizzati ad organizzazioni pubblica o privata.

La soluzione predetta, permette di utilizzare oltre ai i conosciutissimi sistemi di mail e calendar, anche i principali servizi di collaborazione e produzione, come ad esempio:

Tutti questi strumenti sono garantiti da Google nel dominio privato di Regione Veneto e conservati secondo le leggi e i regolamenti nei server di Google, dislocati nella Comunità Europea.

Risorse utili

Sezione per utenti esperti

Gli utenti che hanno particolare confidenza con i servizi digitali o che possiedono competenze informatiche avanzate, possono anche avvalersi di risorse che in questo momento di particolare crisi dovuta al coronavirus, sono messe a disposizione da alcune multinazionali dell'informatica in modalità gratuita temporanea: